Garante regionale dei diritti della persona del Veneto
Attività a favore delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale

02/1/ 2020

La complessità del sistema penitenziario: occuparsi degli uomini che agiscono violenza di genere

29 novembre 2019, h 9.30 - 16.00
Venezia Mestre - Auditorium Padiglione G. Rama, Ospedale dell’Angelo

Presentazione

Promosso e organizzato dal Garante regionale dei diritti della persona in collaborazione con il Provveditorato dell’Amministrazione Penitenziaria del Triveneto (PRAP), il convegno si colloca all'interno del percorso di riflessione sulla complessità del sistema penitenziario avviato nel 2018 sempre dai medesimi organizzatori, costituendone una seconda occasione di approfondimento tematico.
Focus del convegno è "Occuparsi degli uomini che agiscono violenza di genere".
In ambito penitenziario, infatti, diversamente da quanto avviene per gli autori di reato a sfondo sessuale (violenza sessuale, pedofilia, etc.) per i quali è previsto un trattamento dedicato ed una allocazione in circuiti appositi, gli uomini che agiscono violenza di genere (quali maltrattamenti, lesioni personali, uxoricidio, stalking) vengono assegnati nelle sezioni comuni degli istituti di reclusione e non sono coinvolti in programmi specifici che affrontino il problema dell’agire violento nei confronti delle donne. Partendo da queste considerazioni, il convegno si propone di approfondire la conoscenza del fenomeno a cui è dedicato (I sessione) e di favorire il confronto fra prassi operative dedicate, presenti sul territorio (II sessione). 

Programma

Saluti istituzionali

  • Bruno Pigozzo, vicepresidente Consiglio Regionale
  • Vincenzo De Nardo, Responsabile Sanità Penitenziaria, AULSS 3 Serenissima, Regione del Veneto

I Sessione – Lettura generale dell'agire violento
Introducono al tema: Mirella Gallinaro, Garante dei diritti della persona Regione del Veneto; Enrico Sbriglia, Provveditore PRAP di Veneto Friuli V.G. Trentino Alto Adige

  • L'evoluzione normativa in materia di tutela delle vittime nei delitti di violenza di genere e le possibili ricadute nella fase esecutiva della pena detentiva
    Linda Arata, Presidente del Tribunale di sorveglianza di Venezia
  • Sulle origini psicologiche della violenza di genere
    Francesco Stoppa, Psicologo psicoterapeuta
  • Un'analisi socioculturale, storica e comparativa della violenza di genere
    Francesco Sidoti, Criminologo

II Sessione – Confronto fra esperienze del territorio
Moderatore: Margherita Forestan, Garante dei diritti dei detenuti del Comune di Verona

  • Interventi regionali per prevenire e contrastare la violenza contro le donne
    Luigi Zanin, Direttore U.O. cooperazione internazionale della Regione del Veneto
  • Protocolli operativi ed esperienze del Pronto soccorso dell’Ospedale all’Angelo di Mestre Venezia
    Mara Rosada, Direttore UOC Pronto soccorso AULSS 3 Serenissima
  • Cambiamento maschile: il trattamento degli autori fuori e dentro il carcere
    Nicoletta Regonati, psicologa, cooperativa "Una casa per l'uomo" di Montebelluna
  • Tecniche di approccio degli operatori di Polizia per il contrasto della violenza di genere
    Antonello Zara, Dirigente Divisione Polizia anticrimine della Questura di Venezia  

Conclusioni e chiusura dei lavori

******

Documenti:
Condividi su: