Garante regionale dei diritti della persona del Veneto
Attività a favore delle persone sottoposte a misure restrittive della libertà personale

01/9/ 2022

Osservatorio permanente interistituzionale per la salute in carcere

L’Osservatorio permanente interistituzionale per la salute in carcere del Veneto è un organismo collegiale, chiamato a svolgere un monitoraggio costante sul funzionamento dei servizi sanitari preposti alla salute delle persone ristrette negli istituti penitenziari del Veneto e sull’adeguatezza delle azioni programmatiche in tema di sanità penitenziaria, previste dalla Regione Veneto e dalle Aziende sanitarie.

Lo scopo ultimo dell’azione dell’Osservatorio è quello di favorire l’adozione, da parte dei diversi soggetti istituzionali competenti, di risposte il più possibile adeguate ai bisogni di salute che si presentano all’interno degli istituti penitenziari, alla luce degli standards assistenziali in vigore.

L'Osservatorio veneto è stato istituito con la DGR 30 dicembre 2010, n. 3448, in attuazione a quanto previsto nel D.P.C.M. del 01 aprile 2008 che definisce gli adempimenti necessari al trasferimento al Servizio Sanitario Nazionale delle competenze in materia di sanità penitenziaria, prima facenti capo al Dipartimento per l’Amministrazione penitenziaria del Ministero della Giustizia.

Composizione.

L’Osservatorio è composto da rappresentanti delle Direzioni delle Aziende Ulss capoluogo di provincia, dal Provveditore dell’Amministrazione Penitenziaria del Triveneto, dal Dirigente del Dipartimento per la Giustizia Minorile per il Triveneto, dal Direttore dell’ufficio Interdistrettuale di Esecuzione Penale Esterna, dal Presidente del Tribunale di Sorveglianza di Venezia, da rappresentanti della Magistratura di cognizione, da un rappresentante dell’Ordine degli Avvocati, dal Dirigente della Sanità Penitenziaria regionale e dal Garante regionale dei diritti della persona.

Il Garante dei diritti della persona del Veneto è un componente dell’Osservatorio.

Compiti.

monitoraggio del Protocollo di Intesa tra la Regione e la Magistratura a favore di soggetti sottoposti a giudizio che presentano segni di sofferenza psichica o non imputabili, nell'ambito della Legge 81/2014;

elaborazioni di indicazioni/raccomandazioni finalizzate ad avviare circuiti virtuosi a garanzia del reinserimento del paziente nella società attraverso percorsi terapeutici riabilitativi con il coinvolgimento di tutte le parti istituzionalmente coinvolte nel pieno rispetto delle proprie autonomie;

monitoraggio puntuale dell'organizzazione generale delle strutture del sistema di offerta veneto nel quale il paziente con patologia mentale ed autore di reato, gravita.

Le attività di coordinamento e le funzioni di segreteria organizzativa dell’Osservatorio sono affidate alla Direzione regionale Piani e programmi socio-sanitari, Servizio per la tutela della salute mentale.
 
Documenti prodotti. 

Si mettono a disposizione in calce alla pagina, i documenti prodotti dall'Osservatorio permanente interistituzionale per la salute in carcere, volti a favorire la gestione degli istituti penitenziari del Veneto durante la pandemia covid-19.

*****

Documenti:
Condividi su: